AVVISO

Dal 28 febbraio 2021 non è più consentita la registrazione al portale con nome utente e password. L’accesso è consentito solo con SPID, CNS, CIE cliccando su Accedi con Cohesion. L’accesso con nome utente e password è comunque consentito fino al 30 settembre 2021.

IMPOSTA DI BOLLO
L’imposta di bollo è dovuta in tutti i casi in cui è prevista la presentazione di una Istanza e va versata anticipatamente al suo invio. La ricevuta, scansionata digitalmente, va allegata all’istanza.
L’imposta di bollo è unica per tutti i procedimenti da attivare ed è dovuta nella presentazione della:

  1.  Domanda di Permesso di Costruire;
  2. SCIA o CILA con contestuale richiesta di acquisizione Atti di Assenso (sia interni che esterni all’Autorità Comunale)
  3. Accertamento di Conformita’ urbanistico-edilizia ai sensi degli art.36 e 37 del DPR 380/01;
  4. Autorizzazione Paesaggistica
  5. Accertamento di Compatibilita’ Paesaggistica
  6. Domanda di richiesta di Certificati ed Attestazioni

L’imposta di bollo è inoltre dovuta nei casi di rilascio di un provvedimento espresso quale il Permesso di Costruire. In questi casi l’imposta di bollo andrà versata prima dell’invio del titolo abilitativo su specifica richiesta dell’Ufficio.

Ai sensi dell’allegato B) del DPR 642/1972, sono esentati dal pagamento dell’imposta di bollo:

  • le amministrazioni dello Stato, regioni, province, comuni (punto17);
  • le organizzazioni non lucrative di utilita’ sociali – ONLUS- (punto 27 bis) iscritte nell’apposito elenco;
  • le federazioni sportive ed enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI (punto 27 bis).

In attesa dell’attivazione del pagamento On-line, il versamento dell’imposta di bollo è attestato tramite la compilazione del modello “dichiarazione assolvimento imposta di bollo” proposto dalla procedura.

Si ricorda che l’imposta di bollo va evasa esclusivamente sull’istanza indirizzata al Sue e non anche sulle singole istanze di acquisizione degli Atti di assenso.

DIRITTI DI SEGRETERIA

Tabella A_D.G.C. 42_04.03.2021_Diritti Urbanistica dal 25.03.2021

I diritti di Segreteria vanno, di norma, versati anticipatamente all’inoltro della presentazione del Titolo Abilitativo Edilizio.
Copia scansionata della ricevuta di versamento va allegata alla pratica edilizia al momento del suo inoltro.
Il versamento dell’importo dei diritti di segreteria potrà essere effettuato con le seguenti modalità:

  • Tesoreria del Comune di Fano – CREDITO VALTELLINESE Società per Azioni – Sede di Fano – n. Rapporto 831/0000003;
  • BONIFICO BANCARIO – IBAN: IT64Y0521624310000000000003

Sono esentati dal pagamento dei Diritti di Segreteria quando il Titolo Abilitativo è presentato:

  •  ai soli fini dell’eliminazione delle barriere architettoniche (art.10, comma 10 lettera c) della L.n. 68/1993);
  • da amministrazioni dello Stato, regioni, province, comuni.

 Ai fini della tracciabilità dei singoli versamenti è necessario indicare nella causale di pagamento:

    1.  causale DIRITTI DI SEGRETERIA
    2. se trattasi di una pratica SUE o SUAP;
    3. il codice pratica digitale fornita dal portale Web (SUE/SUAP) in fase di inserimento della pratica;
    4. la tipologia di procedimento (es. PdC, SCIA, CILA, Segnalazione Certificata Agibilità, istanza di CDU, istanza proroga termini di inizio/ultimazione lavori, domanda di voltura del Titolo abilitativo, etc.);
    5. il nome o ditta del “Titolare Sottoscrittore” il Titolo Abilitativo, in particolare va indicato lo stesso nominativo riportato nella pratica (ragione sociale nel caso di una società, nome e cognome nel caso di persona fisica) e NON il nominativo di un altro soggetto che effettua il versamento (es. professionista che segue la pratica).

CONTRIBUTO COSTRUZIONE

 Note esplicative per il calcolo degli Oneri di urbanizzazione

  Calcolo Oneri FANO

Note esplicative per il calcolo del Contributo sul costo di costruzione

  Calcolo Contributo Costo Costruzione FANO_ Residenziale

  Calcolo Contributo Costo Costruzione FANO_Non Residenziale

Per interventi eseguiti in applicazione degli artt.1 e 1bis della LR 22/2009 PIANO CASA MARCHE, si faccia riferimento ai seguenti file di calcolo:

  Calcolo Oneri FANO_PIANO CASA

  Calcolo Contributo Costo Costruzione FANO_ Residenziale_PIANO CASA

  Calcolo Contributo Costo Costruzione FANO_Non Residenziale_PIANO CASA

 

MONETIZZAZIONE PARCHEGGI

Il Regolamento per la monetizzazione dei parcheggi è stato approvato con Delibera di Giunta Comunale n.49 del 02/03/2005 di seguito riportata:

  DGC n.49/2005

Nello specifico:

TABELLA IMPORTI MONETIZZAZIONE PARCHEGGI DCC N. 49 del 02/03/2005
ZONA MICROZONE €/POSTO AUTO €/MQ €/MQ
1 1 (Centrale) e 2 (Semicentrale e Periferica) 5.500 220 120*
2 3-4-5-6 (Periferica) e 7-8 (Extraurbana) 4.500 180 80*

*Importi nel caso di interventi che pagano già gli oneri di urbanizzazione primaria

Per l’individuazione della microzona corrispondente si consulti il sito del Comune di Fano, sezione IMU – Tributi

 

STANDARD PIANO CASA

Per il calcolo della monetizzazione dello standard (ai sensi dell’art.1 comma 8 della L.R. 22/2009 –Piano Casa), ci si avvale dei valori medi delle aree fabbricabili del Comune ai fini della determinazione dell’imposta IMU, in applicazione della DCC 289/2009.

Seguono i file predisposti dall’Ufficio Tributi in cui rintracciare il valore corrispondente a seconda della microzona di intervento.

  06_TABELLA_B_2015

  07_TABELLA_C_2015_COMPARTI

Si ricorda che, ai sensi dell’art.1 c.8 della LR 22/2009, qualora l’importo della monetizzazione dello standard risultasse inferiore all’importo degli oneri di urbanizzazione, l’importo da versare è quello degli oneri di urbanizzazione.

MODALITA’ DI VERSAMENTO E RATEIZZAZIONE

Le somme dovute devono essere versate rispettivamente a:

  • Tesoreria del Comune di Fano – CREDITO VALTELLINESE Società per Azioni – Sede di Fano – n. Rapporto 831/0000003;
  • BONIFICO BANCARIO – IBAN: IT64Y0521624310000000000003

Nella causale di versamento dovrà essere indicato:

  1.  causale STANDARD PIANO CASA
  2. se trattasi di una pratica SUE o SUAP;
  3. il codice pratica digitale fornita dal portale Web in fase di inserimento della pratica;
  4. la tipologia di procedimento (es. T.U./PdC, SCIA, CILA);
  5. il nome o ditta del “Titolare Sottoscrittore” il Titolo Abilitativo, in particolare va indicato lo stesso nominativo riportato nella pratica (ragione sociale nel caso di una società, nome e cognome nel caso di persona fisica) e NON il nominativo di un altro soggetto che effettua il versamento (es. professionista che segue la pratica) altrimenti risulta più difficoltosa la rintracciabilità della pratica;

ATTENZIONE
– la decorrenza del pagamento, qualora fosse eseguito tramite bonifico bancario da altro istituto, sarà quella di riversamento alla tesoreria comunale.
– nei casi di errato, mancato o ritardato versamento, nei termini sotto indicati, saranno applicate le sanzioni previste per legge.

 

Nei casi di richiesta di rateizzazione, per gli importi non versati e afferenti alle rate successive alla prima, occorre presentare polizze fideiussorie assicurative o bancarie.
Le polizze presentate a garanzia degli importi afferenti gli Oneri di Urbanizzazione, la monetizzazione parcheggi e standard, per i quali è richiesta la rateizzazione, possono essere cumulative.

Resta valido quanto disposto con Determina Dirigenziale n.1089 del 10/06/2013 di seguito riportata, precisando che il termine “ritiro” è da intendersi come “rilascio” del Permesso di costruire:

Determina rateizzazioni_DD 1089_10.06.2013

In particolare per la rateizzazione del contributo di costruzione di cui agli artt. 16 e 19 del D.P.R. n. 380/2001 è necessario attenersi a quanto segue:

  1. Inoltro dell’apposita richiesta di rateizzazione come da modello allegato, sottoscrivendo le clausole ivi contenute;
  2. Versamento dell’importo relativo alla prima rata, pari ad ¼ (un quarto) della somma totale del contributo di costruzione, da corrispondere presso la Tesoreria del Comune di Fano – CREDITO VALTELLINESE Società per Azioni – Sede di Fano – n. Rapporto 831/0000003 – IBAN: IT64Y0521624310000000000003, specificando la causale “contributi per permessi a costruire da introitare nel sottoconto n. 13 – non soggetto alla ritenuta del 10% art. 25 D.L 31/05/2010 n. 78”;
  3. Presentazione della ricevuta del versamento della prima rata di cui al punto precedente al S.U.A.E./S.U.A.P, prima del rilascio del Permesso di Costruire/Titolo Unico o contestualmente al deposito della S.C.I.A./D.I.A.;
  4. presentazione di polizza fidejussoria bancaria o di assicurazione abilitata con le seguenti esatte specifiche:
    1. Durata 24 mesi;
    2. Garanzia di un importo pari alle rate ancora da corrispondere maggiorate del 40% (quaranta per cento);
    3. Rinuncia al beneficio della preventiva escussione ex art. 1944 del codice civile;
    4. Rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957 II comma del codice civile;
    5. Il pagamento al Comune garantito dovrà avvenire a semplice richiesta scritta del Comune stesso entro 30 gg dal ricevimento della richiesta medesima;
    6. Per qualsiasi controversia il Foro competente è quello di Fano;
    7. La polizza rimarrà comunque efficace fino a che non sia svincolata mediante il benestare dell’Amministrazione Comunale

Qualora il concessionario non ottemperasse od ottemperasse in parte agli obblighi stabiliti, la compagnia fidejubente si impegna a mettere a disposizione del Comune di Fano, a semplice richiesta, la somma garantita. In difetto della regolarizzazione delle rate entro i termini temporali previsti, la compagnia fidejubente è obbligata al pagamento delle maggiorazioni previste all’art.42 del D.P.R. n°380/2001 e ss.mm.ii..

Non verranno accettate cauzioni o polizze emesse da intermediari finanziari e, relativamente alle polizze emesse da Compagnie assicurative, verranno accettate unicamente cauzioni prestate da Compagnie assicurative di primaria importanza e che abbiano una raccolta premi annua nel ramo cauzioni di almeno € 500.000,00.

Il mancato versamento del contributo di costruzione di cui agli artt. 16 e 19 del D.P.R. n. 380/2001 alle scadenze sopra precisate e riportate nel modello ”Richiesta di rateizzazione del contributo di costruzione” allegato dà luogo all’applicazione delle sanzioni di cui all’articolo 42 del D.P.R. 380/2001 e che, decorso inutilmente il termine di cui alla lettera c) del comma 2 del citato articolo 42, il Comune provvede alla riscossione coattiva del complessivo credito mediante iscrizione a ruolo, in unica soluzione, ai sensi dell’art. 69 del D.P.R. 28-1-1988, n. 43 e ss.mm.ii.;

modello Allegato A ”Richiesta di rateizzazione del contributo di costruzione”

Per la rateizzazione del monetizzazione dei parcheggi di cui all’art.6 delle Norme Tecniche di Attuazione del vigente P.R.G. e/o dei parcheggi pertinenziali privati di cui all’art.41-sexies della Legge n.1150/1942 (per la sola parte afferente al volume in ampliamento conseguito con l’applicazione del Piano Casa) è necessario attenersi a quanto segue:

  1. Inoltro dell’apposita richiesta di rateizzazione come da modello allegato, sottoscrivendo le clausole ivi contenute;
  2. Versamento, da corrispondere presso la Tesoreria del Comune di Fano – CREDITO VALTELLINESE Società per Azioni – Sede di Fano – n. Rapporto 831/0000003 – IBAN: IT64Y0521624310000000000003, specificando la causale: ” introiti monetizzazione aree a parcheggio VINCOLO C da introitare nel sottoconto n. 26 – non soggetto alla ritenuta del 10% art. 25 D.L 31/05/2010 n. 78”,dell’importo relativo alla prima rata pari ad ¼ (un quarto) della somma totale dell’importo da corrispondere;
  3. Presentazione della ricevuta del versamento della prima rata di cui al punto precedente al S.U.A.E./S.U.A.P, prima del rilascio del Permesso di Costruire/Titolo Unico o contestualmente al deposito della S.C.I.A./D.I.A.;
  4. presentazione di polizza fidejussoria bancaria o di assicurazione abilitata con le seguenti esatte specifiche:
      1. Durata 24 mesi;
      2. Garanzia di un importo pari alle rate ancora da corrispondere;
      3. Rinuncia al beneficio della preventiva escussione ex art. 1944 del codice civile;
      4. Rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957 II comma del codice civile;
      5. Il pagamento al Comune garantito dovrà avvenire a semplice richiesta scritta del Comune stesso entro 30 gg dal ricevimento della richiesta medesima;
      6. Per qualsiasi controversia il Foro competente è quello di Fano;
      7. La polizza rimarrà comunque efficace fino a che non sia svincolata mediante il benestare dell’Amministrazione Comunale; Qualora il concessionario non ottemperasse od ottemperasse in parte agli obblighi stabiliti, la compagnia fidejubente si impegna a mettere a disposizione del Comune di Fano, a semplice richiesta, la somma garantita. Non verranno accettate cauzioni o polizze emesse da intermediari finanziari e, relativamente alle polizze emesse da Compagnie assicurative, verranno accettate unicamente cauzioni prestate da Compagnie assicurative di primaria importanza e che abbiano una raccolta premi annua nel ramo cauzioni di almeno € 500.000,00

modello Allegato B “Richiesta rateizzazione del corrispettivo per la monetizzazione dei parcheggi di cui all’art.6 delle N.T.A. del P.R.G e/o monetizzazione parcheggi privati art.41-sexies L.1150/42 per Piano Casa”

Per la rateizzazione del monetizzazione delle aree a standard di cui all’art.1 c.8 della L.R. n°22/2009 e ss.mm.ii. (Piano Casa) ovvero per la monetizzazione delle aree a standard in applicazione della D.C.C. n°104 del 26/04/2012è necessario attenersi a quanto segue:

  1. Inoltro dell’apposita richiesta di rateizzazione come da modello allegato, sottoscrivendo le clausole ivi contenute;
  2. Versamento, da corrispondere presso la Tesoreria del Comune di Fano – CREDITO VALTELLINESE Società per Azioni – Sede di Fano – n. Rapporto 831/0000003 – IBAN: IT64Y0521624310000000000003, specificando la causale: “introiti monetizzazione standard urbanistici  VINCOLO G da introitare nel sottoconto n. 29 – non soggetto alla ritenuta del 10% art. 25 D.L 31/05/2010 n. 78”,dell’importo relativo alla prima rata pari ad ¼ (un quarto) della somma totale dell’importo da corrispondere;
  3. Presentazione della ricevuta del versamento della prima rata di cui al punto precedente al S.U.A.E./S.U.A.P, prima del rilascio del Permesso di Costruire/Titolo Unico o contestualmente al deposito della S.C.I.A./D.I.A.;
  4. presentazione di polizza fidejussoria bancaria o di assicurazione abilitata con le seguenti esatte specifiche:
      1. Durata 24 mesi;
      2. Garanzia di un importo pari alle rate ancora da corrispondere;
      3. Rinuncia al beneficio della preventiva escussione ex art. 1944 del codice civile;
      4. Rinuncia all’eccezione di cui all’art. 1957 II comma del codice civile;
      5. Il pagamento al Comune garantito dovrà avvenire a semplice richiesta scritta del Comune stesso entro 30 gg dal ricevimento della richiesta medesima;
      6. Per qualsiasi controversia il Foro competente è quello di Pesaro;
      7. La polizza rimarrà comunque efficace fino a che non sia svincolata mediante il benestare dell’Amministrazione Comunale;
        Qualora il concessionario non ottemperasse od ottemperasse in parte agli obblighi stabiliti, la compagnia fidejubente si impegna a mettere a disposizione del Comune di Fano, a semplice richiesta, la somma garantita.

    Non verranno accettate cauzioni o polizze emesse da intermediari finanziari e, relativamente alle polizze emesse da Compagnie assicurative, verranno accettate unicamente cauzioni prestate da Compagnie assicurative di primaria importanza e che abbiano una raccolta premi annua nel ramo cauzioni di almeno € 500.000,00;

modello Allegato C “Richiesta rateizzazione monetizzazione aree da destinare a standard urbanistici ex DM 1444/68, ai sensi dell’art.1 c.8 della L.R. 22/2009 e ss.mm.ii. (Piano Casa)”

Nei casi di presentazione di CILA in sanatoria (ai sensi dell’art.6-bis) o SCIA in sanatoria (ai sensi dell’articolo 37 commi 4 e 5), occorre allegare, contestualmente all’inoltro della pratica digitale, le ricevute di pagamento degli importi afferenti le sanzioni.

Le somme dovute devono essere versate rispettivamente a:

  1. Tesoreria del Comune di Fano – CREDITO VALTELLINESE Società per Azioni – Sede di Fano – n. Rapporto 831/0000003;
  2. bonifico bancario-  IBAN: IT64Y0521624310000000000003,

citando nella causale di versamento: SANZIONE EDILIZIA, il nominativo del titolare che presenta la pratica e il Codice Identificativo Pratica Digitale fornito dal portale Web del SUE;

Si ricorda che gli importi da versare sono:
1) CILA in Sanatoria: € 333,00 per intervento in corso di esecuzione
€ 1.000,00 per intervento ultimato ovvero in corso di esecuzione e non rientrante nel caso di cui al precedente punto;
2) SCIA in Sanatoria: € 516,00 per intervento in corso di esecuzione;
€ 1.000,00 importo minimo soggetto a conguaglio, per intervento ultimato ovvero in corso di esecuzione e non rientrante nel caso di cui al precedente punto.
3) Permesso di costruire in Sanatoria (art.36 DPR 380): ai sensi dell’art.36 c.2 del DPR 380, il rilascio del permesso in sanatoria è subordinato al pagamento, a titolo di oblazione, del contributo di costruzione in misura doppia, ovvero, in caso di gratuità a norma di legge, in misura pari a quella prevista dall’articolo 16.

torna all'inizio del contenuto